Socializzazione

Gli incontri prevedono attività varie di intrattenimento rivolti a piccoli gruppi di anziani fragili. Obiettivo è contrastare la solitudine, favorire la socializzazione, il recupero del senso di autostima, dei ricordi, la valorizzazione delle storie personali e il risveglio della creatività.

I gruppi, gestiti da volontari con la supervisione di conduttori professionisti e affiancati dai custodi sociali del Comune, si svolgono prevalentemente nelle portinerie dell’edilizia popolare in zone periferiche.

L’attività dei gruppi è stata ampliata con laboratori di attività espressivo-corporee e creative, incontri di danza-movimento-terapia, arte-terapia e animazione teatrale condotti da professionisti del settore.

Un’ulteriore attività, gestita dai volontari in collaborazione con i custodi sociali, è l’accompagnamento in piccoli gruppi a cinema, ristoranti o sale da tè che sponsorizzano l’iniziativa.

Seneca contribuisce a sviluppare la rete sociale con altre associazioni, enti pubblici e privati, comitati di quartiere e consigli di zona per la realizzazione di vari progetti che richiedono un’integrazione di tutte le risorse disponibili dei vari soggetti.


ALZHEIMER CAFE’

L’Alzheimer Café è un’esperienza di socializzazione che offre opportunità d’ intrattenimento attivo e di stimolo agli anziani affetti da decadimento cognitivo più a rischio di emarginazione.

Il gruppo composto da circa 15 partecipanti prevede anche la presenza dei famigliari/caregiver.

Gli incontri settimanali si tengono presso il centro ricreativo Carlo Poma (quartiere Quinto Romano-Baggio). Sono condotti da professionisti, specificatamente dedicati ad attività di stimolo cerebrale e della memoria strutturati con metodologie diverse di comunicazione verbale e non verbale: discussione di gruppo, ascolto ed espressione musicale, laboratorio teatrale.

La finalità è instaurare un rapporto di comunicazione al di fuori di un contesto sanitario e istituzionale portando evidenti benefici nella vita dei partecipanti, che ,grazie allo spirito di comunità che si crea,, facendo risaltare i valori e gli apporti significativi e preziosi di ogni singola persona, contribuisce ad attenuare la percezione della malattia generativa che ognuno vive.

Progetto Quartiere Amico

Il progetto Quartiere Amico, promosso dall’Associazione Seneca, intende dare risposte concrete di accoglienza e sostegno, ad anziani fragili e soli che vivono in condizioni di disagio, sia sotto il profilo economico e sociale, sia sanitario e a rischio di emarginazione, nel quartiere in cui vivono.

Si e’ scelto di concentrarsi sui quartieri Giambellino – Lorenteggio, area in cui Seneca è radicata da lungo tempo e in cui ha costituito un gruppo di socializzazione gestito da volontari , in collaborazione con i Custodi Sociali del Comune di Milano.
Tale scelta, è stata orientata dal riscontro che il territorio, presenta gravi criticità per l’alto numero di residenti anziani fragili, spesso soli, che vivono in situazione di degrado abitativo, in un contesto urbano non rassicurante, né accogliente.

Lo scorso anno, nella fase iniziale sono stati identificati esercenti della zona collaboranti a vario titolo per offrire servizi gratuiti a favore di anziani fragili (cinema, farmacie, parrucchieri, bar, negozi). I volontari si prodigano per accompagnamenti di piccoli gruppi a cinema e bar e organizzano incontri conviviali in alcuni centri. Previsto l’ampliamento di proposte per quanto riguarda i gruppi di socializzazione, con laboratori di attività espressive (teatro, canto, danza movimento terapia) gestiti da professionisti con le metodologie di Animazione Teatrale e Terapie Espressive, che fanno leva sulle emozioni positive, le relazioni e i ricordi, aperti alla partecipazione di caregiver, di volontari e di cittadini. Esse consentono ai partecipanti di riscoprire ed esprimere creativamente energie sopite, di relazionarsi con gli altri, di contare su eventi piacevoli e stimolanti, lontani dal grigiore e solitudine della normale quotidianità.

Prossimamente verranno avviati , un ciclo di incontri tenuti da ragazzi esperti informatici per avvicinare gli anziani all’uso del computer e proposte di consulenza gratuita da parte di medici e psicologi, in sede da definire.

Per incrementare lo spirito di quartiere verrà dato rilevo all’ informazione, alla prevenzione, attraverso un ciclo di conferenze nel territorio sui temi del benessere, della qualità della vita e dei problemi legati all’invecchiamento, rivolti ai residenti.

Un passo successivo, consisterà nell’allargare l’ambito dei beneficiari ad una fascia più problematica di anziani residenti nella zona. Il contesto è quello dei più fragili, affetti da morbo di Alzheimer agli stadi iniziali e intermedi, da decadimento cognitivo significativo o da depressione generata da un percorso di emarginazione.

Gli anziani che si trovano in tale condizione, saranno i beneficiari primi del progetto, unitamente a coloro che vivono soli in situazione comunque di deterioramento cognitivo progressivo, gestibile e contenibile solo con interventi assistenziali erogati da operatori professionisti.

Si prevede di ampliare la collaborazione con i soggetti della rete sul territorio, quali Assistenti Sociali del Coordinamento di Zona 6 del Comune, da Assistenti Sanitarie e Operatori delle Agenzie pattanti della ATS e da altri soggetti presenti sul territorio, come Associazioni, Parrocchie, cittadini e altri.

Un nuovo percorso che verrà impostato è il contatto con i Medici di Medicina Generale (MMG) della zona per instaurare un flusso reciproco di informazione e aggiornamenti sui casi.


 

Home Chi siamo Obiettivi Attività istituzionale Volontariato Dimissioni protette Alzheimer Progetti di Quartiere
FAQ Come sostenerci Contatti Statuto Credits
SENECA
Piazza Napoli, 24 - 20146 Milano